Autocoscienza del territorio, storie e miti: dal mondo antico all'età moderna

19/09/2018 - 21/09/2018

MERCOLEDÌ 19 SETTEMBRE

ore 9.15 Presiede: Federico Fedel, presidente Centro Studi Alberti
ore 9.30 Saluti delle autorità
ore 10.00 Franco Farinelli, Università di Bologna La coscienza, il territorio, la modernità: per un riassetto della relazione
ore 10.30 Xavier Barral i Altet, Università di Rennes II, Università Ca’ Foscari di Venezia Territorio medievale, storia dell’arte romanica e politica del Novecento: l’utilizzazione della Lombardia in Italia, Catalogna, Francia e Germania
 
ore 11.00 Pausa Caffè  

ore 11.30 Glauco Maria Cantarella, Università di Bologna La galleria degli specchi: la Spagna tra Roma e Cluny
ore 12.00 Lorenzo Mesini, Scuola Normale Superiore di Pisa Spazio e ordine, la ‘territorialializzazione’ in Carl Schmitt? Un bilancio
•••
ore 14.45 Presiede: Xavier Barral I Altet, Università di Rennes II, Università Ca’ Foscari di Venezia
ore 15.00 Luciano Vandelli, Università di Bologna Territorio e diritto: logiche e dinamiche delle geografie amministrative
ore 15.30 Flocel Sabaté, Università di Lleida ‘Catalogna’: percezione, coscienza e identità nel bassomedioevo
ore 16.00 Pausa Caffè
ore 16.30 Marco Folin, Università di Genova La rappresentazione delle città come presa di coscienza del territorio
ore 17.00 Umberto Longo, Università di Roma 1 Roma, spazio e geografie del sacro
ore 17.30 Fabrizio De Falco, Università di Bologna Proiettare le frontiere? Galles, Inghilterra, Bretagna nel secolo XII

Discussione

GIOVEDÌ 20 SETTEMBRE

ore 9.15 Presiede: Glauco Maria Cantarella, Università di Bologna
ore 9.30 Diego Melo Carrasco, Universidad Adolfo Ibáñez (Cile) La frontera entre Granada y Castilla, siglos XIII-XV. Un espacio de defensa, un lugar contacto ore 10.00 Francesco Renzi, Università di Oporto A sud del Duero ci sono i Mori! Alla ricerca della Galizia medievale tra Spagna e Portogallo (XI-XII secolo)
ore 10.30 Daniele Dibello, Università di  Gand Uno spazio negoziato prima che immaginato: Venezia fra i secoli X-XIV

ore 11.00 Pausa Caffè

ore 11.30 Amélia Polonia, Università di Oporto The greater number regard India as their fatherland, thinking no longer of Portugal: expressions of belonging in Fernão Mendes Pinto’ Peregrinação
ore 12.00 Davide Astori, Università di Parma Il territorio perduto del multilinguismo antico
•••
ore 14.45 Presiede: Flocel Sabaté, Università di Lleida
ore 15.00 Juan Castilla Brazales , Consejo Superior De Investigaciones Cientificas El arte de la escritura y su espacio en la Granada nazarí
ore 15.30 Alessandro Vanoli, Università di Bologna La gestione dell’acqua e il riconoscimento del territorio nel mondo musulmano. Alcuni casi mediterranei
ore 16.00 Carlo Tosco, Politecnico di Torino Architettura, identità e paesaggio nel medioevo: linee di ricerca

ore 16.30 Pausa Caffè
ore 17.00 Giuliano Pinto, Università di Firenze Coscienza territoriale e territorio amministrato: l’esempio della Toscana bassomedievale
ore 17.30 Jacopo Mordenti «Cum tribus insulis suis et lacu». La territorializzazione del Trasimeno.

Discussione

VENERDÌ 21 SETTEMBRE

ore 9.15 Presiede: Giuliano Pinto, Università di Pisa
ore 9.30 Giorgio Chittolini, Università di Milano La città e l'organizzazione del territorio in area padana, fra l'età comunale e la prima età moderna
ore 10.00 Ermanno Orlando, Università di Siena A Oriente dell’Occidente: Venezia tra i Balcani e il Mar d’Azov

ore 10.30 Pausa Caffè  
ore 11.00 Krzysztof Skwierczinski, Università di Varsavia A Est dell’impero: i Piast dagli spazi al territorio
ore 11.30 Carlo Togliani, Politecnico di Milano, Sede Mantova La città come identità delle signorie gonzaghesche dell'oltre Oglio. Dal mito di fondazione al recinto urbano
ore 12.00 Conclusioni: Arturo Calzona, Università di Parma
 
SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO